Archives

La via del Gelato STORE | FIRENZE

LA VIA DEL GELATO STORE rappresenta lo spazio commerciale del BRAND articolato intorno all’idea di un BOX STORE, nel cui interno si sviluppano e si mantengono i criteri di produzione artigianale, di trasparenza della lavorazione e di rispetto per le materie prime. Lo spazio presenta al suo interno pochi elementi tra i quali un banco longitudinale, simbolo della partecipazione al procedimento artigianale del laboratorio, che sarà visibile dalla vetrina anche a negozio chiuso.  LA STRUTTURA è realizzata con lame verticali e orizzontali di semplici tavole di legno usate per casseforme, che delimitano il contenitore e permettono schermare tutti gli impianti visibili che passano ancorati al soffitto o pareti. La continuità del rivestimento rafforza l’idea di esportazione del prodotto e risolve, senza decorazioni accessorie, la finitura dell’involucro, dove il banco e il prodotto divengono protagonisti. L’illuminazione sarà indiretta, formata da leds nascosti tra le lame e punti luce sui prodotti, mentre la parete di fondo sarà rivestita con un vetro semi-riflettente che lascia intravedere i frigoriferi e le lavorazioni da realizzare sul retro, permettendo di ampliare visivamente lo spazio. Una retroproiezione su questo vetro metterà in contatto on-line tutti i punti vendita, rafforzando il concetto fondamentale della partecipazione dei fruitori in tutte le fasi.

data: 2016   ·   cliente: Privato   ·   team di progetto:  Luca Cerullo, Antonello Izzi   ·   sito: Firenze (Italia)

Casa DU

Il progetto prevede la ristrutturazione e l’ampliamento di una abitazione isolata, costruita intorno al 1970 a Sitges (Barcelona). L’edificio attuale presenta vari dissesti strutturali e necessita di essere adattato alle nuove esigenze richieste.  Il progetto proposto recupera la struttura attuale e la connette interiormente alla pianta seminterrata dell’abitazione, mediante una scala interna, in modo da poter collocare le 7 stanze da letto richieste. L’ampliamento uniforma la facciata principale e determina una nuova espansione nella zona Sud, in cui viene situata la zona living. L’intervento porta alla luce la qualità strutturale dei muri in laterizio, in parte lasciati a vista e in parte intonacati. Si mantiene in questo modo l’espressività del sistema costruttivo tradizionale, che si contrappone al nuovo intervento, realizzato in legno naturale, ed alla ristrutturazione dell’insieme, che definisce una immagine più uniforme ed elegante.

data: 2017   ·   cliente: Privado   ·   sito: Sitges (España)

 

 

MOLO SIRENA | RIQUALIFICAZIONE PAESAGGISTICA

L’intervento rappresenta un’azione privata di ripristino ambientale, dovuta alla necessaria e imminente attuazione su un’area in concessione demaniale marittima presente sul litorale del Comune di Capaccio-Paestum, dove si localizza il “LIDO MOLO SIRENA”. L’attuale area è caratterizzata dalla presenza del Molo, un tempo collegato all’arenile, che per effetto dei fenomeni erosivi diffusi in modo non uniforme lungo i 40Km di litorale della provincia di Salerno, è oggi totalmente separato dalla linea di costa in arretramento. L’intervento si realizzerà attraverso lo smontaggio della struttura già esistente e il recupero ambientale e paesaggistico dell’area di sedime che consenta di dotare il sito per l’effettiva fruibilità e destinazione d’uso contemplata da NATURA 2000. L’attuale zona retrostante lo stabilimento, oggi pianeggiante, sarà destinata alla ricostruzione del cordone dunale mobile di protezione attraverso sistemi di ingegneria naturalistica. La posizione proposta per le nuove strutture di servizio balneari è stata individuata nella zona retrostante dove si osserva una depressione tipica delle zone interdunali, priva di vegetazione, che sarà accessibile e collegata all’arenile con la posa ombrelloni attraverso passerelle in legno  rialzate. Si prevede di realizzare un sistema costruttivo intelaiato interamente in legno naturale con un contatto puntiforme minimo con l’arenile, pannellature sandwich di legno e lame di legno movibili, scorrevoli o incernierate davanti a superfici in vetro, per favorire la capacità dell’edificio di adattarsi alle condizioni ambientali, con sistemi passivi naturali, riducendo così i costi energetici.

data: 2017   ·   cliente: Privato   ·   sito: Paestum (Italia)

 

La via del Gelato | BOX STORE

Il CONCEPT commerciale del LABORATORIO ARTIGIANALE realizzato, si articola intorno all’idea di un BOX STORE di spedizione, nel cui interno si sviluppano e si mantengono i criteri di produzione artigianale, di trasparenza della lavorazione e di rispetto per le materie prime. Il cubo-box presenta al suo interno pochi elementi tra i quali un banco longitudinale, simbolo della partecipazione al procedimento artigianale del laboratorio, che sarà visibile dalla vetrina anche a negozio chiuso. Nel banco troviamo tutti i prodotti preparati e da realizzare, con il supporto di un banco retrostante. 

data: 2016   ·   cliente: Private    ·   sito: Firenze (Italia)

Can Moio | Hotel Boutique

Can Moio è un edificio in stile “regionalista”, costruito nella seconda decade del XX secolo, noto come Ca S’Italià de Montuïri. Il complesso si distingue per gli elementi ornamentali della facciata e per il giardino con la piscina, per i quali l’edificio è riconosciuto come bene protetto.L’intervento prevede l’eliminazione di tutte le partizioni interne presenti e i controsoffitti, mantenendo solo le pareti portanti in muratura, in modo da lasciare visibili le varie fasi costruttive dell’edificio.L’obiettivo dell’intervento è mettere in relazione la “tettonicità” dell’architettura tradizionale con i nuovi elementi inseriti, che rendono l’edificio adatto alle necessità dell’uso moderno.Si prevede la creazione di un unico spazio “continuo” a piano terra, destinato ad un uso simultaneo di hotel e boutique gastronomica di prodotti a Km0 di scambio culinario.Le camere sono dotate di una particolare configurazione dovuta alla posizione dei bagni, aperti dietro grandi vetrate e separati dai servizi igienici, ciò ha permesso di creare delle junior suites distribuite su tutto lo spazio in maniera longitudinale. L’edificio originario rappresenta una fusione culturale tra la tradizione compositiva italiana e l’architettura di Mallorca in epoca regionalista. Si è ritenuto opportuno mantenere questa caratteristica, mettendo in rilievo tutte le trasformazioni e gli interventi subiti dall’edificio, in modo da mantenere quella dualità che ha reso l’edificio unico e singolare, rimanendo riconoscibile come la Ca S’Italià a Montuïri.

data: 2016   ·   cliente: Privato   ·   sito: Montuïri, Mallorca (Spagna)

Dum Dum

Dum Dum rappresenta uno spazio sociale, la comprensione dei valori umani, l’organizzazione di una alternativa che condivide momenti ed elementi. Il progetto nasce dall’unione tra l’idea della sua fondatrice, ciò che rappresenta per il suo pubblico e la capacità dell’architettura di creare la scena. La proposta prevede un’ALTERNATIVA NOMADE al concetto di edificio tradizionale, che permette di utilizzare il luogo in modo rispettoso e temporaneo, come avviene per le strutture itineranti che riducono l’incidenza sull’habitat favorendone il normale sviluppo. L’utilizzo delle tecnologie necessarie per la sua costruzione si basa sull’esigenza di RICICLARE i materiali, riutilizzandoli in modo da dar loro una seconda vita. Si prevede di collocare un sistema costruttivo prefabbricato con un CONTATTO PUNTIFORME MINIMO con l’arenile, come avviene nelle strutture a palafitta, utilizzando la struttura metallica riciclata del container, rivestita con materiale isolante di origine naturale e finita con lame frangisole orientate in legno naturale. La posizione sfalsata dei moduli permette la ventilazione, il soleggiamento degli spazi sottostanti e l’adattamento alla topografia dunale e alla vegetazione. Favorisce inoltre un’integrazione più astratta e naturale formata dall’alternarsi di piccoli moduli collegati nel paesaggio per favorire la permeabilità visiva e la corrispondente unione visuale e fisica tra mare-spiaggia-duna-pineta.

data: 2014   ·   cliente: privato   ·  stato: in progress   ·   sito: Paestum (Italy)

LIDO LAURA | progetto paesaggistico

La sostenibilità degli interventi sul territorio per la tutela del nostro habitat, non rappresenta ormai solo un obbligo normativo al quale adeguarsi ma, fortunatamente, sono sempre più le attività che si ristrutturano in modo sostenibile. L’intervento prevede la totale demolizione dell’attuale stabilimento balneare, denominato “lido Laura” e la realizzazione di nuove strutture di servizio balneari con lo scopo di ridurre l’incidenza sull’habitat NATURA 2000 presente nel sito e di fornire i servizi necessari per la fruizione degli utenti in un modo più sostenibile, per recuperare, proteggere e divulgare un sistema compatibile di antropizzazione delle aree naturali. Si prevedono tre volumi di servizio, pergolati e camminamenti sospesi da realizzare con un sistema costruttivo smontabile, assemblabile in situ e totalmente a secco. La facciata dei volumi, sarà schermata con una sequenza verticale di corde tese di canapa che organizzano gli spazi esterni e proteggono dai dislivelli, permettendo una visuale vibrante e semitrasparente del paesaggio. Il progetto rappresenta il primo intervento di riqualificazione sui 13km di costa che comporta la sostituzione totale del manufatto presente.

data: 2014   ·   cliente: private   ·  stato: in progress   ·   sito: Paestum (Italia)

MC APARTAMENT

L’idea progettuale si basa sulla proposta di un UNICO ELEMENTO compositivo e unificatore, capace di creare una lettura uniforme dell’intervento, così come richiesto dall’uso contemporaneo dei diversi spazi dell’appartamento.
Parallelepipedi a pianta quadrata, semplici e identificativi di differenti altezze, si dispongono in un modo frattale componendo e attrezzando i vari spazi della casa.
Il VOLUME GEOMETRICO diventa ATTREZZATO in cucina, COMODO in salone, ACCOGLIENTE in uno spazio di distribuzione e capace di creare un momento di UNIONE in una cena tra amici.
L’uso della composizione, apparentemente astratta, ispirata ai lavori delle avanguardie artistiche del primo novecento, contrappone gli elementi movibili introdotti ai contenitori distribuiti sulle pareti.

data: 2014   ·   cliente: privato   ·   stato: in progress   ·   sito: Paestum (Italia)

La via del gelato | BRAND

Il progetto propone la realizzazione di un unico spazio diafano dove svolgere l’intero ciclo produttivo, dall’approvvigionamento alla vendita del prodotto artigianale. Il “MESTIERE” ed il “PRODOTTO”, protagonisti dello spazio, si posizionano al centro, su un grande tavolo continuo che ricorda un procedimento produttivo, un luogo di incontro, di confronto e di comunicazione. L’allestimento dell’attività si realizza attraverso un ritmo costante e continuo di portici formati da lame e architravi che, costruiti come un origami, ordinano le varie fasi di sviluppo della materia prima in una sequenza infinita che permetterà di estendere la lavorazione e la vendita anche in installazioni future. Le lame, posizionate in modo che ruotato rispetto all’ortogonalitá del vano, offrono una doppia immagine al percorrere lo spazio e permettono un facile collegamento di tutte le macchine. Dall’entrata principale, un’immagine più sobria, nasconde in modo velato le macchine di produzione che si vanno scoprendo al camminare. É questa l’immagine commerciale che al percorrerla all’inverso svela tutti gli strumenti di produzione. L’ unione orizzontale permette la schermatura di tutti gli impianti visibili ancorati al soffitto, rafforzando l’idea di produzione e stabilizzando la struttura.

data: 2014   ·   cliente: privato   ·   team progetto: Luca Cerullo, Italo cerullo
sito: Firenze (Italia)

Casa BE

L’intervento consiste nel recupero e riattivazione di un immobile di 4 piani, situato nell’ambito protetto del Monastero di Pedralbes a Barcellona (Spagna), che limita e regola gli interventi realizzabili in facciata. Lo scopo principale consiste nel dotare l’immobile di quelle caratteristiche spaziali che consentono un miglioramento della qualità della vita, attraverso una distribuzione razionale logistica degli ambienti ed una maggiore flessibilità nell’adattarsi alle esigenze in evoluzione. Tutti i livelli sono svuotati dai muri opachi, inclusi alcuni elementi portanti e collegamenti verticali, tanto da mettere in comunicazione diretta la luce proveniente dalle due opposte facciate. Il nuovo contenitore, con la centralizzazione dei servizi e una maggiore luminosità, prodotta attraverso divisori trasparenti e sobri, ha sviluppato un alto livello di finitura, consona alle aspettative del programma ipotizzato.

data: 2013   ·   cliente: private   ·   sito: Barcelona (Spagna)

RL Store

L’allestimento è organizzato su concetti che sviluppano in modo congiunto l’architettura, il design, i prodotti di moda offerti ed il sistema commerciale di presentazione.
Si prevede un sistema di organizzazione variabile ed in continua attualizzazione attraverso un binario, disposto sul perimetro, che permette spostare, organizzare ed alternare gli abiti proposti. Questa configurazione, in continua trasformazione, si realizza su un fondo omogeneo che riveste tutto l’involucro.
Le diverse tessiture, scelte per sottolineare l’importanza che la boutique dedica alla ricerca di tessuti, creano uno spazio ricercato, tenue ed accogliente dove si alloggiano due importanti elementi di design in ottone.

data: 2013   ·   cliente: privato  ·   team progetto: Luca Cerullo, Italo Cerullo
sito: Paestum (Italia)

Ricami e Legami | BOUTIQUE

La boutique di moda colleziona abiti e prodotti esclusivi esposti attraverso elementi sobri di diversa trasparenza e riflesso che ampliano la percezione dello spazio ridotto. Gli aromi, la musica, la luce e tutti gli elementi d’arredo scelti sottolineano il carattere delicato e ricercato della boutique.

data: 2011   ·   cliente: private  ·   team progetto: Luca Cerullo, Italo Cerullo
site: Paestum (Italia)

Casa Díaz Guerrero

La casa per le VACANZE, progettata in una conosciuta località turistica, presenta soluzioni legate a un tipo di residenza utilizzata in modo discontinuo, con lo scopo di offrire un più facile uso e una maggiore redditività mediante questo tipo d’interventi.
Il progetto propone una più facile gestione degli spazi, una buona flessibilità e un’alta capacità di stanze da letto, in alcuni casi anche provvisionali o occasionali, che possano essere usate tanto dalla famiglia che in locazione.
La proposta, per la notevole profondità edificabile, distribuisce gli ambienti sulle facciate e intorno ad un elemento vitreo che delimita un piccolo e privato patio “ANDALUZ“. 
Il cubo di vetro recupera il concetto di nucleo della vita familiare, offre varie possibilità di uso, diventa l’elemento iconico della residenza e regola con le varie possibilità di apertura e di copertura il risparmio energetico e la ventilazione degli ambienti.

data: 2010   ·   cliente: privato   ·   sito: Cadiz (Spagna)

Anima Studio | BOUTIQUE

Gli elementi di design prodotti per questa attività assumono un ruolo determinante nell’arredamento della boutique da donna con lo scopo di costituire un linguaggio riconoscibile dei diversi punti vendita.  

data: 2010   ·   cliente: privato  ·   site: Paestum (Italia)

MC | STORE

Lo spazio progettato e allestito per esporre calzature ed articoli di moda si sviluppa a partire dalla continua possibilità di trasformazione per adattarsi al tipo di collezione stagionale ed alla necessità di spazio dei diversi prodotti.
Il concetto di unire le attività commerciali in una unica struttura si estende anche alla singola attività, che può decidere di cambiare il tipo di prodotto offerto o gestire simultaneamente diversi prodotti per adattarsi alla richiesta della clientela.
Si dispongono, in una pianta regolare quadrata, grandi espositori movibili che ruotano di 360º intorno al sistema strutturale occultato, proponendo un notevole numero di combinazioni. D’altra parte, per sottolineare alcune posizioni privilegiate, si posiziona un cubo con un angolo definito rispetto alla pianta per indicare una serie di configurazioni tra le varie possibili.

data: 2008   ·   cliente: privato  ·   sito: Paestum (Italia)

Casa CL

Il dislivello tra due particelle ha permesso di recuperare uno spazio seminterrato. Attraverso un giardino sottratto alla quota superiore si permette l’entrata di luce diretta agli spazi seminterrati.
I muri costruiti in pietra, secondo la tradizione locale, formano terrazzamenti vegetali degradanti e si aprono verso l’entrata dissimulando il dislivello tra le due quote. 

data: 2008   ·   cliente: privato  ·   sito: Barcellona (Spagna)

MC classic | STORE

Il secondo spazio allestito per MC mantiene molte caratteristiche dello spazio principale e individua attraverso due lame illuminate collocate a soffitto, una “promenade” espositiva ed uno spazio d’entrata per ricevere i clienti. 
Lo spazio viene percepito dilatato verticalmente ed in profondità utilizzando finiture consone ai brand classici esposti. 

data: 2005   ·   cliente: privato  ·   sito: Paestum (Italia)